Press Planet Press - Il Paese degli incompetenti

gwenog - Sab Apr 10, 2010 11:10 am
Oggetto: Il Paese degli incompetenti
Leggo sul Venerdì di questa settimana un'interessante intervista a Guido Davico Bonino sulla decadenza culturale italiana.
Nel 2005, decide di lasciare l'università quando, durante una lezione, scopre che gli studenti non hanno letto Don Chisciotte ("Insomma, non erano mica studenti di Agraria!").
Ricorda la "vecchia Einaudi" in un panorama editoriale in cui il buon libro è solo quello che vende e le case editrici si sono trasformate in catene di montaggio concentrate solo sul profitto. Non viene più tutelata la tradizione italiana per far uscire "una quantità mostruosa di roba nuova", per lo più tradotta. "Lo sciovinismo dei francesi sarà anche insopportabile ma la loro letteratura la tutelano e la promuovono".
I premi letterari? "Che ci fa un sociologo del lavoro come Mimmo De Masi nella giuria di un premio letterario come il Campiello?".
Le trasmissioni tipo Fazio e Dandini? Prima viene il personaggio, poi il libro. Senza presenza televisiva non c'è possibilità di essere invitati, pur avendo scritto cose ottime.
Gli ultimi buoni autori del nostro Paese, secondo Davico Bonino, sono tutti nati prima del 1950. E Ammaniti e Veronesi? "Genericamente rispettabili, ma niente a che vedere con la letteratura del Novecento".
Ma il sintomo più evidente della nostra decadenza culturale sono "gli avvocati, i medici, i manager. Non in quanto tali, poveretti, ma perché fino a qualche tempo fa erano mediamente colti, non ne trovavi uno che non avesse letto Madame Bovary o La certosa di Parma. Avevano l'orgoglio di conoscere i classici, indipendentemente dalle professioni intraprese. Mentre oggi non conoscono niente e neanche si vergognano". Amen.
Maigret - Sab Apr 10, 2010 1:53 pm
Oggetto:
quando 12000 italiani votano per il figlio scemo del Bossi scemo cosa ti aspetti?
Sharie - Mer Apr 21, 2010 10:52 pm
Oggetto:
Ormai sono quasi due anni che vivo in Francia... e un po' di paragoni iniziano a sorgere spontanei quando penso a ciò che ho lasciato cercando una vena nostalgica che fatica ad arrivare. Sicuramente l'incompetenza di una classe politica che gioca alle guerre interne (mi interessa vedere la nostra immagine attraverso gli occhi degli altri) mentre il paese è in caduta libera non può, per motivi logici, dare spazio alla cultura. E gli italiani sono un po' il riflesso di questo gregge privato del pensiero che entra in libreria per comprare un Moccia piuttosto che un Rigoni-Stern, che non conosce la poesia (se non per la vaga immagine sanvalentiniana colma di cuoricini rossi), che entra nelle grandi librerie per acquistare video-giochi...
Il venerdì è una delle cose che mi mancano...


La Francia è un paese che ha molti difetti. Il mio stato di straniera mi permette di estraniarmi anche dalle abitudini, usi e costumi del luogo che mi ha adottata. Vedo il marcio girando la medaglia. Benché loro, che lucidano la faccia scintillante nazionalista, non se ne accorgano. Però riconosco loro un grande merito: quello di aver capito che la cultura fa parte della salute di un popolo. E la gente, di tutti i ceti, tiene alla propria. Mi sono chiesta perché in Italia non sia così. E nel dubbio ho cercato di saggiarne tutte le forme, restano sempre sorpresa, perché pur sapendo che il paese delle meraviglie non l'abbiano ancora creato, trovo ogni tanto spunti di respiro...
urios - Gio Ago 19, 2010 9:09 am
Oggetto:
sì declino,,.... che tristezza....
e anche la <non-vergogna> mi sembra un tema nuovo e interessante da valutare, riscontrabile in molti, non solo professionisti, ma anche politici.
E la non vergogna, da parte di tanti elettori nostrani, di votare personaggi poco raccomandabili, qualificati e onesti, figli scemi di papà non-da-meno inclusi, ovvio.
gwenog - Gio Ago 19, 2010 9:51 am
Oggetto:
Sulle raccomandazioni, sulle tangenti, sui favoritismi abbiamo costruito un intero paese, per cui il meccanismo è ben radicato anche alla base della piramide e i cittadini ormai lo considerano parte del sistema e non battono ciglio.
Bisogna riacquistare la capacità di indignarsi.
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB