Indice del forum



Il Forum di Storie

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Quali sono le vostre impressioni su questi corsi?
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> dubbi e richieste di informazioni
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Angelina








Registrato: 06/11/10 11:57
Messaggi: 9
Angelina is offline 






MessaggioInviato: Gio Lug 28, 2011 4:43 pm    Oggetto:  Quali sono le vostre impressioni su questi corsi?
Descrizione:
Rispondi citando

Lo scorso novembre mi sono iscritta al corso di traduzioni dall''inglese. Ho finito il primo livello e sto lavorando al secondo.
Finora però le mie impressioni sono state piuttosto negative e temo di essermi fatta turlupinare dal classico specchietto per allodole.
Al momento dell'iscrizione si era parlato di un forum dove poter scambiare impressioni, pareri e quant'altro con gli altri studenti ma francamente qui tutto tace, non c'è nemmeno un moderatore che provveda ad eliminare lo spam.
Mi avevano detto che ogni 15 giorni avrei ricevuto la loro newsletter ma da novembre ad ora ne ho ricevuto solo due (ed una per giunta solo dopo un mio sollecito via e-mail).
Il costo del corso prevedeva anche un abbonamento annuale alla rivista bimestrale Storie, ne ho ricevuta una con l'arrivo del materiale didattico, altri due numeri mi sono stati inviati solo dopo un mio sollecito e poi più nulla.
A conclusione del primo livello mi hanno inviato una sorta di certificato di partecipazione (che in teoria era previsto SOLO per coloro che completano i due livelli) e mi sono state spedite via e-mail le soluzioni agli esercizi senza però che sia stata spesa una parola sul mio lavoro.
Francamente il costo del corso non giustifica il solo invio del modesto materiale didattico e quindi penso che sia più che legittimo aspettarsi una correzione e valutazione dei lavori. Anche perché al momento dell'iscrizione si sottolineava il fatto che gli studenti più meritevoli sarebbero stati tenuti in considerazione per delle collaborazioni.
Ma se il mio lavoro non è stato visto, valutato e corretto da nessuno chi mai dovrebbe decidere quali sono gli studenti che meritano di diventare collaboratori?
Senza considerare il fatto che gli esercizi sono sempre gli stessi ormai da troppi anni e quindi in rete si trovano facilmente le soluzioni... in questo caso cosa si dovrebbe valutare? la bravura nel fare copia e incolla?
Mi piacerebbe conoscere altri pareri... sempre che qualcuno passi di qui Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Gio Lug 28, 2011 4:43 pm    Oggetto: Adv





Torna in cima
fiodor








Registrato: 30/07/07 23:23
Messaggi: 223
fiodor is offline 

Località: Avezzano (AQ)




MessaggioInviato: Mer Ago 03, 2011 10:36 pm    Oggetto:  Re: Quali sono le vostre impressioni su questi corsi?
Descrizione:
Rispondi citando

Angelina ha scritto:
Lo scorso novembre mi sono iscritta al corso di traduzioni dall''inglese. Ho finito il primo livello e sto lavorando al secondo.
Finora però le mie impressioni sono state piuttosto negative e temo di essermi fatta turlupinare dal classico specchietto per allodole.
Al momento dell'iscrizione si era parlato di un forum dove poter scambiare impressioni, pareri e quant'altro con gli altri studenti ma francamente qui tutto tace, non c'è nemmeno un moderatore che provveda ad eliminare lo spam.
Mi avevano detto che ogni 15 giorni avrei ricevuto la loro newsletter ma da novembre ad ora ne ho ricevuto solo due (ed una per giunta solo dopo un mio sollecito via e-mail).
Il costo del corso prevedeva anche un abbonamento annuale alla rivista bimestrale Storie, ne ho ricevuta una con l'arrivo del materiale didattico, altri due numeri mi sono stati inviati solo dopo un mio sollecito e poi più nulla.
A conclusione del primo livello mi hanno inviato una sorta di certificato di partecipazione (che in teoria era previsto SOLO per coloro che completano i due livelli) e mi sono state spedite via e-mail le soluzioni agli esercizi senza però che sia stata spesa una parola sul mio lavoro.
Francamente il costo del corso non giustifica il solo invio del modesto materiale didattico e quindi penso che sia più che legittimo aspettarsi una correzione e valutazione dei lavori. Anche perché al momento dell'iscrizione si sottolineava il fatto che gli studenti più meritevoli sarebbero stati tenuti in considerazione per delle collaborazioni.
Ma se il mio lavoro non è stato visto, valutato e corretto da nessuno chi mai dovrebbe decidere quali sono gli studenti che meritano di diventare collaboratori?
Senza considerare il fatto che gli esercizi sono sempre gli stessi ormai da troppi anni e quindi in rete si trovano facilmente le soluzioni... in questo caso cosa si dovrebbe valutare? la bravura nel fare copia e incolla?
Mi piacerebbe conoscere altri pareri... sempre che qualcuno passi di qui Wink


Ciao, io non sono un traduttore, ho fatto i corsi di scrittura narrativa (due) e per me le cose sono state diverse: le mie prove sono state tutte corrette individualmente e ho ricevuto feedback precisi e puntuali. Alla fine dei corsi ho avuto i relativi diplomi, e ho persino partecipato (e ... immodestamente ... vinto, a pari merito) un concorso indetto dalla stessa Leconte per tutti gli allievi del corso "avanzato", e ho ricevuto regolarmente il premio in palio ... per quel che riguarda la rivista, l'nvio è sempre stato un pò "singhiozzante", ma questo deriva dal fatto che la pubblicazione stessa della rivista non è regolare ... il forum: è vero che ha visto tempi decisamente migliori: fino a qualche mese fa c'era una partecipazione maggiore, s'era creato un gruppo interessante di "chattatori" ... la moderazione è sempre stata un pò latitante, ma a noi andava benissimo così ... puoi leggere i miei post passati e renderti conto dalle risposte, dalle discussioni intavolate che ci sono stati tempi migliori, poi si è andato tutto un pò esaurendo ... penso sia un processo naturale, magari è sufficiente ricreare "un gruppo" di chattatori appassionati ... magari te sei la prima di questo nuovo gruppo ... anzi, mi piacerebbe che tu fossi la prima di questo gruppo che perpetua nel tempo "il forum di Storie" ... insomma, io con Leconte tutto sommato mi son trovato bene, tant'è che, come vedi, ancora "passo di qui" ogni tanto ... abbi fiducia, e magari: ci si risente qui!! Anzi, "colgo l'occasione" per richiamare i "chattatori storici" (Catia, gwenog, Maigret, eccetera) a lasciare un loro commento, così magari ci si ritrova!!

fiodor

_________________
Fermate il mondo. Voglio scendere.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Angelina








Registrato: 06/11/10 11:57
Messaggi: 9
Angelina is offline 






MessaggioInviato: Gio Ago 04, 2011 9:34 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie mille per la tua risposta. Sono contenta che la tua esperienza sia stata positiva, spero che qualche collega di corso di traduzione si faccia vivo per sentire anche qualche altro parere. Magari se siamo in tanti a richiederlo la Leconte potrebbe decidere di accontentarci e dare una valutazione personale ai nostri lavori. Mi interessava anche il corso di traduzione dallo spagnolo ma francamente non me la sento di spendere altri soldi se prima nessuno mi dice nero su bianco se come traduttrice ho buone probabilità o non valgo nemmeno una cicca.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
gwenog








Registrato: 21/05/07 13:39
Messaggi: 736
gwenog is offline 

Località: Genova
Interessi: Cinema, lettura, teatro, sudoku



MessaggioInviato: Sab Ago 06, 2011 2:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Quando Antonio chiama, la zia Fede risponde Smile

Ciao Angelina,
scusa se ci ho messo un po', ma in questi mesi ho avuto problemi vari e non ho più frequentato assiduamente il forum come prima... altrimenti avrei letto subito il tuo post e sarei intervenuta prontamente.
Allora, da dove cominciamo?
L'unica persona piuttosto presente sul forum fra i traduttori sono io.
E il motivo è piuttosto semplice: perché un corso di traduzione sia effettivamente fruttuoso, dovrebbe dar modo agli allievi di poter usufruire di un scambio continuo di opinioni. In questo senso, un corso dal vivo è perfetto. Dialogare in modo istantaneo e produttivo su un forum è impossibile. Inoltre - proprio come dicevi tu - i testi delle prove finali sono sempre gli stessi, quindi è impossibile discutere delle prove qui, si rischierebbe di agevolare le nuove leve Smile
Personalmente, alla fine del primo livello, quando l'entusiasmo la faceva da padrone, ho scambiato qualche mail con un paio di compagni di corso per confrontarci, ma era comunque un modo macchinoso di procedere e si perdeva molto tempo: io ti invio il mio testo, tu mi invii il tuo, li confrontiamo, poi ci risentiamo... l'immediatezza è essenziale, quindi - ripeto - solo un corso dal vivo, con un docente in carne e ossa, è realmente efficace in questo senso.
Forse qui sul forum lo avrò già detto diverse volte, ma non è un problema ripeterlo: ho frequentato diversi corsi di traduzione, di cui il corso Leconte è stato il primo. Non mi pento di averlo fatto perché mi ha fatto capire che un qualche talento, seppur grezzo, c'era. E infatti ho tradotto un paio di racconti momentisti per Storie (ma su questo torno dopo).
Dicevo, non mi pento di aver fatto il corso - anzi, lo ritengo un'ottima infarinatura per chi, come me, proviene da un percorso diverso da chi ha studiato lingue o traduzione - ma per diventare traduttori ci vuole ben altro. E non parlo tanto di corsi dal vivo - che peraltro ho frequentato e ritengo utili se fatti con un certo criterio - quanto di una pazienza infinita e dell'esperienza sul campo. La teoria è importante, ma la pratica è essenziale... e non parlo solo del tradurre in sé, ma di tutti gli aspetti che poi ci si trova ad affrontare nel momento in cui si ha davanti il tanto sospirato primo tomo da tradurre.
Per quel che riguarda la correzione dei testi di fine corso, capisco che in redazione dedichino più spazio al corso di scrittura perché lì si tratta di testi originali... le nostre sono le traduzioni dei soliti 6-7 brani e, per quanto non esistano due traduzioni identiche, a meno di non discutere del testo faccia a faccia, c'è ben poco da dire sul lavoro di una persona via mail. Non so come sia l'andazzo ora - a occhio e croce, il corso l'ho fatto quattro anni fa - ma quando mi hanno inviato le prove due righe per dirmi le loro impressioni sul mio lavoro me le avevano scritte... e poi è passato parecchio tempo prima che mi affidassero i due racconti che ho tradotto per loro... e ancora più tempo prima di vederli finalmente pubblicati sulla rivista.
So che il mio può sembrare un discorso un tantino paternalistico, ma quel che dico lo dico perché l'ho vissuto sulla mia pelle e molto spesso mi sono trovata a pensare "se qualcuno me lo avesse detto prima, forse non avrei perso tempo dietro alla tal cosa o alla tal altra".
So che la promessa della collaborazione con Storie ti ha entusiasmato, perché ha entusiasmato anche me, però ci sono diversi fattori da tenere in considerazione.
Innanzitutto, Leconte è un piccolo editore e in quanto tale farà degli sforzi immani per sopravvivere nella giungla del mondo editoriale in cui vince chi fa più soldi pubblicando spesso indiscriminatamente capolavori, bestsellers meritevoli o discutibili che siano, addirittura robaccia... quando si sceglie un percorso alternativo, le sfide si moltiplicano vertiginosamente. E per questo motivo la rivista è sì bimestrale, ma purtroppo esce quando l'editore raggiunge le condizioni per poterla pubblicare.
Adesso affronterò un argomento spinosetto, quindi spero che chi della redazione eventualmente leggerà questo post non si offenda: lo faccio con il distacco di una persona che, seppur con non ancora moltissima esperienza alle spalle, ha imparato qualcosina sull'universo editoriale in cui ora si trova a lavorare.
Come dicevo, ho tradotto due racconti per Storie alla fine del 1° livello di corso, ma la mia collaborazione con la rivista è finita lì... vuoi perché comunque ci sono un sacco di ex allievi disposti a tradurre gratis un racconto, vuoi perché quando si tratta di instaurare un rapporto continuativo di collaborazione preferiscono rivolgersi a gente che abita a Roma - molti editori preferiscono fare così - o perché preferiscono collaboratori disposti a fare anche un po' di scouting - cosa che io non ho mai fatto, perché richiede moltissimo tempo (che non ho) e il sangue freddo per rischiare di vedersi portare via (per un'altra infinità di motivi) un'opera che hai scoperto tu ma purtroppo forse sei ancora "acerba" per affrontare e l'editore sceglie di darla a una persona fidata e d'esperienza...
Insomma, potrei star qui per ore a elencare ipotetici scenari, ma il succo è che questo corso non basta per capire se si ha davvero talento.
Immagino, se hai letto le indicazioni alla fine della dispensa, che tu sia iscritta a Biblit: certo, ha perso un po' dello smalto che aveva una volta, ma resta pur sempre un'ottima risorsa non solo per i traduttori - che possono chiedere aiuto ai colleghi in caso di necessità - ma anche per esordienti e aspiranti, perché pubblicizza sempre corsi imminenti, iniziative relative alla traduzione letteraria, spesso anche concorsi di traduzione e - raramente, ma tutto fa brodo quando si inizia - qualche proposta di lavoro.
E, a detta di una mia collega da anni attiva nel sindacato traduttori e che che ti copio qui, "leggersi _tutti_ i messaggi di Biblit, dal più vecchio a oggi, rende quanto frequentare un corso".
Non so quanti anni hai, quanto conosci il mondo editoriale, quindi farò la zia e ti considererò alle prime armi (poi magari ne sai ben più di me - e non ci vuole molto - e allora ti chiedo scusa, ma non potevo saperlo) Smile Se è questo il percorso che hai scelto, sappi che è una strada lunga e in salita, dove gli ostacoli non vengono solo dall'ambiente in sé ma anche da una concorrenza spietata. Però chi merita alla fine riesce a sfondare... bisogna provare, provare, provare... rompere, rompere, rompere... anche prenderli per esasperazione funziona.
Per qualunque dubbio, ci sono... non risponderò immediatamente, però arrivo Smile
Oddio, spero che quello che ho scritto abbia un senso e non sia infarcito di errori, non ho avuto tempo di rileggere Razz
Federica
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Angelina








Registrato: 06/11/10 11:57
Messaggi: 9
Angelina is offline 






MessaggioInviato: Sab Ago 06, 2011 3:12 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Carissima Federica,
innanzitutto ti ringrazio per avermi risposto in maniera così esauriente.
In effetti, come hai ben capito, sono proprio una novellina del settore. Ho una laurea in lingue che, per una lunga serie di motivi personali inutili da elencare qui, è rimasta a far da tappezzeria sul muro per troppi anni. Questo corso rappresenta quindi per me l'occasione per rimettermi in discussione, riprendere gli interessi trascurati e se alla lunga dovesse portare anche qualche occasione di lavoro ben venga.
Tu scrivi: "il succo è che questo corso non basta per capire se si ha davvero talento." Ed è proprio questo che mi perplime.
Le mie traduzioni erano corrette da un punto di vista strettamente grammaticale, le risposte ai quiz erano tutte giuste. Ma questo basta? Avrei preferito che qualcuno evidenziasse le mie lacune e i miei punti di forza, che mi desse una valutazione, anche sintetica.
A te hanno inviato un breve commento sui tuoi lavori a me no, nemmeno una parola.
Sono d'accordo con te quando dici che un corso a distanza non può avere l'immediatezza e i riscontri di un corso dal vivo ma penso che, con una migliore organizzazione, qualcuno possa farsi carico di leggere i lavori pervenuti, correggerli e mettere per iscritto un giudizio.
Insomma so bene che bisogna farsi le ossa con la gavetta, che ci vuole passione, pazienza e costanza però vorrei anche capire se ho le doti giuste per fare questo lavoro o è meglio che mi dedichi a qualcos'altro.
Preferirei mille volte sentirmi dire in faccia che non valgo una cicca piuttosto che continuare a studiare illudendomi di avere talenti che non ho.
Grazie ancora per la tua disponibilità e in bocca al lupo per tutto Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
gwenog








Registrato: 21/05/07 13:39
Messaggi: 736
gwenog is offline 

Località: Genova
Interessi: Cinema, lettura, teatro, sudoku



MessaggioInviato: Sab Ago 06, 2011 8:31 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Angelina ha scritto:

A te hanno inviato un breve commento sui tuoi lavori a me no, nemmeno una parola.

Sono d'accordo con te quando dici che un corso a distanza non può avere l'immediatezza e i riscontri di un corso dal vivo ma penso che, con una migliore organizzazione, qualcuno possa farsi carico di leggere i lavori pervenuti, correggerli e mettere per iscritto un giudizio.


Per quanto riguarda la prima questione, io li incalzerei... se non ti hanno scritto proprio niente (e mi sembra strano che le cose siano cambiate così in quattro anni) non vedo nulla di male nel chiedere che impressione hanno avuto. Una cosa che gli editori non capiranno mai è che siamo persone adulte: non è che per un esito negativo ci mettiamo a pestare i piedi o a piangere come bambini (magari lo facciamo in privato, ecco Wink ).

Seconda questione, l'organizzazione interna.
In questi tempi frenetici in cui inviamo mail in un secondo, forse ci siamo dimenticati di quell'astruso oggetto antidiluviano chiamato telefono: che ci vuole a fare una telefonata e parlare col diretto interessato? mettersi d'accordo per analizzare la traduzione insieme al telefono? troppo difficile, in effetti.
Ma l'organizzazione interna di una casa editrice è un altro paio di maniche.
Vero, potrebbero incaricare una persona che non faccia altro dal mattino alla sera che correggere i testi d'esame, ma purtroppo di questi tempi il personale è ridotto all'osso. Tempo fa ho sentito dire che in una CE come Longanesi, laddove vent'anni fa c'erano 10 redattori, oggi ce ne sono 2.
Lavoro per un editore di media grandezza di cui ho saputo che il personale dipendente - editore compreso, che si arrabatta da solo a gestire la parte amministrativa - è composta da 4-5 persone... e in condizioni del genere diventa difficile gestire le attività "extra" come i corsi.
Lo so, in qualunque modo la si giri, sembra che chi ci rimette siamo sempre noi. E purtroppo è così. Decidere che strategia personale adottare per affrontare questa triste verità è un'altra storia...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
catia








Registrato: 29/03/06 09:31
Messaggi: 727
catia is offline 






MessaggioInviato: Mer Ago 10, 2011 4:25 pm    Oggetto:  Re: Quali sono le vostre impressioni su questi corsi?
Descrizione:
Rispondi citando

fiodor ha scritto:
... Anzi, "colgo l'occasione" per richiamare i "chattatori storici" (Catia, gwenog, Maigret, eccetera) a lasciare un loro commento, così magari ci si ritrova!!

fiodor

eccola, catia! Fuori contesto, oppute OT se preferite.
E sì, è tanto che non scrivo qui sopra.
In verità è tanto che non scrivo, ebbasta.
Leggo. Ascolto. Guardo. Ma di raccontare, parlare, scrivere non mi sento più molto.
Un po' per via del lavoro sempre più mangiatempo: quest' anno ferie dimezzate e spezzate, per dire come sto messa.
E molto perchè il divario fra i pensieri e le parole che li vorrebbero raccontare mi frena la scrittura.
Dico pane e si capisce ombrello, penso fiore e scrivo elicottero.
Alla fine mi sembra tutto storto, lontano dalle mie intenzioni.
Quando il tasto più consumato è 'del', meglio lasciar perdere.
Mi mancano i bei tempi citati da fiodor. Mi manco io di quei tempi.
Adesso è un' altra stagione, con frutti diversi.

Non ti scoraggiare, Angelina: quelle di 'Storie' sono belle persone che vale la pena di frequentare almeno per un po': intendo anche quelle della redazione, con me sono state squisite.
A me i loro singhiozzi non hanno dato mai molto fastidio.
Trovo giuste le considerazioni di Fede in proposito e ottimi i suoi consigli (e come potrebbe essere altrimenti ... li hai letti i post di Fede?)
Chissà che la giostra del forum non riprenda a girare ...
un saluto, buontutto
catia
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
gwenog








Registrato: 21/05/07 13:39
Messaggi: 736
gwenog is offline 

Località: Genova
Interessi: Cinema, lettura, teatro, sudoku



MessaggioInviato: Mer Ago 10, 2011 9:24 pm    Oggetto:  Re: Quali sono le vostre impressioni su questi corsi?
Descrizione:
Rispondi citando

catia ha scritto:
Trovo giuste le considerazioni di Fede in proposito e ottimi i suoi consigli (e come potrebbe essere altrimenti ... li hai letti i post di Fede?)


Embarassed
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
gwenog








Registrato: 21/05/07 13:39
Messaggi: 736
gwenog is offline 

Località: Genova
Interessi: Cinema, lettura, teatro, sudoku



MessaggioInviato: Mer Ago 10, 2011 9:28 pm    Oggetto:  Re: Quali sono le vostre impressioni su questi corsi?
Descrizione:
Rispondi citando

catia ha scritto:
Chissà che la giostra del forum non riprenda a girare


Certo che lo farà, mi par di capire che dobbiamo solo trovare tutti un po' di quella serenità che regnava ai bei tempi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Angelina








Registrato: 06/11/10 11:57
Messaggi: 9
Angelina is offline 






MessaggioInviato: Gio Ago 18, 2011 9:10 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie anche a te Catia per esserti affacciata qui e avermi dato una risposta.
Sapere che le mie domande non sono cadute nel vuoto ma hanno avuto in voi un riscontro così interessato e sollecito mi fa ben sperare.
Se mi sono iscritta al corso l'ho fatto perché la Leconte mi ispirava una certa fiducia e capisco che non sia semplice gestire corsi, pubblicazioni e collaborazioni con magari il personale ridotto al minimo per fronteggiare la crisi. Spero comunque che trovino il modo di organizzarsi un po' meglio, non è affatto piacevole spendere dei soldi convinti di aver acquistato un certo tipo di "prodotto" e rendersi poi conto che dietro una facciata appetibile c'è poca sostanza.
Mi auguro di ritrovarvi spesso qui sul forum, chissà che questa nostra discussione non invogli anche i nuovi studenti a farsi avanti e a essere più presenti Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> dubbi e richieste di informazioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008